xvideo xxnx porncuze.com porn800.me porn600.me tube300.me tube100.me
xvideo xxnx porncuze.com porn800.me porn600.me tube300.me tube100.me
Notizie regionali

Logoforum2

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Comitato regionale Acqua Bene Comune Piemonte

www.acquabenecomunetorino.org - Cell. 388 8597492 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il Consiglio di Stato, con la sentenza 3971 del 19 giugno scorso ha restituito al TAR Piemonte la responsabilità di mettere ordine nella gran confusione pseudo-giuridica provocata da Atena-IREN ora ASM, da  ATO2 e da Ato2Acqua. Invece di praticare la Costituzione che prescrive la leale collaborazione fra istituzioni pubbliche, queste si sono scatenate a suon di carte da bollo e parcelle di avvocati  in ogni sorta di attacchi alla Comuni Riuniti srl al solo scopo di indebolirla e appropriarsi delle sue  risorse idriche .

Ora, il TAR Piemonte non potrà più sorvolare sui motivi pretestuosi, le mistificazioni, le ricostruzioni fuorvianti con cui si è tentato di fare lo “spezzatino” di Comuni Riuniti, per poter distruggere un’esperienza di gestione diretta, partecipata, coerente con la volontà popolare, ribadita ancora nel Referendum del 2011 dal 94% dei votanti biellesi-vercellesi-alessandrini.

IL NOSTRO VOTO VA RISPETTATO

Nel dubbio che qualche emulo di Luca Palamara alberghi anche da queste parti, e che il destino di Comuni Riuniti sia deciso in cene riservate o nelle segrete stanze

I CITTADINI DEVONO SAPERE

-  non esiste alcuno dei motivi di annullamento previsti all’Art. 19 della Convenzione ATO2 – Comuni Riuniti srl e ATO2Acqua

-  non rispettare passivamente le direttive di ARERA  (Autorità nazionale finanziata dai gestori idrici) soprattutto nella definizione della tariffa, è a nostro avviso segno di salute mentale: vedi  le elucubrazioni algoritmiche truffaldine di ARERA per speculare sull’acqua, ripetute anche nell’ultima delibera n. 235 del 23 giugno 2020 pagg. 27 e 28):

areraformule

-  inadempiente è invece ATO2 e la Regione Piemonte che chiude gli occhi sul fatto che il Piano d’Ambito dell’ATO2 è fermo al 2014, in violazione del DMLP 1° agosto 1996, Art. 8 che prescrive aggiornamenti triennali “allo scopo di monitorare l’andamento del servizio ed eventualmente adottare tempestivamente le necessarie misure a fini di efficienza, trasparenza, risparmio idrico, tutela ambientale e della qualità dell’acqua

Documento indispensabile per una politica idrica comune, che porti finalmente gli attuali sei gestori operanti sul territorio, compresa la renitente ASM/IREN, al gestore unico previsto dalla legge.

Dal TAR Piemonte ci aspettiamo: verità giustizia e trasparenza

Luglio 2020

Comitato cuneese acqua bene comune

 

Nel seguito pubblichiamo il testo della risposta che abbiamo inviato al Presidente della Provincia di Cuneo, Federico Borgna, in merito alle sue dichiarazioni sul progetto regionale di dividere la provincia di Cuneo in due sub-ambiti.

Egregio signor Presidente,

la ringraziamo vivamente per la pronta ed argomentata risposta che ha voluto pubblicamente dare alle nostre sollecitazioni inviatele lo scorso 16 dicembre.
La valenza politica del contenuto le rende atto dell’impegno e della competenza che sta mettendo in campo per il rispetto del voto che i cittadini della provincia di Cuneo espressero nei due referendum del 2011.
Era fuori ogni dubbio la posizione favorevole alla gestione pubblica da sempre tenuta dal comune di Cuneo e da lei personalmente, sull’argomento. Ci siamo rivolti a lei come presidente della Provincia per comprendere se anche in questa sede istituzionale si stesse percorrendo la stessa strada. Le sue considerazioni in merito al metodo “carbonaro” adottato in particolare dall’assessore regionale Icardi per portare avanti questo “spettro” che vorrebbe la provincia suddivisa in due sub-ambiti gestionali ci rassicurano fortemente.

In merito però vorremmo chiarire che non è assolutamente concesso ad alcuno di derogare all’obbligo di gestione unica per ogni Ambito Territoriale Ottimale (ATO), sancito dall’art.147 del Decreto Ambientale: è quindi impossibile creare sub-ambiti gestionali! Alla Regione spetta unicamente la definizione del numero di ATO sul suo territorio nel rispetto della legge nazionale che li vuole, di norma, non inferiori al territorio provinciale. Norma cui le regioni possono derogare esclusivamente su proposta del Presidente della Provincia, dei sindaci e dei presidenti delle Unioni Montane, discussa nella Conferenza d’Ambito Cuneese. Proposta che deve obbligatoriamente dimostrare l’incompatibilità delle condizioni socio-economiche, e territoriali delle diverse aree, rispettando i principi di adeguatezza, proporzionalità, sostenibilità delle suddivisioni proposte.

Comitato cuneese acqua bene comune

 

Mercoledì 27 marzo 2019, la Conferenza dei Rappresentanti di Egato4 Cuneese, ha votato la delibera di affidamento del SII in provincia di Cuneo per i prossimi 30 anni, a CoGeSi, società Consortile totalmente pubblica.

Dal 1° luglio 2019 il gestore unico CoGeSi subentrerà agli attuali gestori totalmente pubblici (ACDA, SiSi, CALSO, Infernotto). Per i comuni attualmente gestiti da aziende miste o private il percorso sarà un po' più lungo: ci vorranno circa 15 mesi per concludere le procedure di subentro adottate dall’autorità nazionale ARERA. Stabilito il Valore Residuo di subentro da versare ai gestori uscenti a copertura dei costi di investimento non ancora ammortizzati, il nuovo gestore avrà sei mesi di tempo per regolare i pagamenti ed altri tre per subentrare operativamente. Il tutto si dovrà concludere entro il 31 dicembre 2020.

 Cuneo CGIL ABCCN 580x132

Venerdì scorso 21 dicembre 2018, presso la sede della CGIL di Cuneo si è svolto l'incontro programmato tra la Segreteria Territoriale ed il Comitato Cuneese Acqua Bene Comune. Oltre al segretario generale Masera, erano presenti il segretario ed il responsabile acqua della categoria FILCTEM ed una RSU dell'ACDA. L'incontro era stato precedentemente richiesto dal Comitato per un chiarimento in merito alle motivazioni portate a sostegno dello sciopero indetto dalla categoria per lo scorso lunedì 17 dicembre.

In particolare il Comitato desiderava capire quale era la posizione della CGIL e della FILCTEM in merito alla proposta di legge per la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato in discussione in questi giorni alla Commissione Ambiente della Camera (PdL Daga).

Comitato cuneese acqua bene comune

 

In questi pochi giorni che ci separano dalla Assemblea Generale dei Sindaci della Provincia di Cuneo, chiamata a formulare l'indicazione definitiva alla Conferenza d'Ambito Idrico n.4 sulla forma di gestione totalmente pubblica, si è nuovamente fatta incandescente sui giornali la polemica sollevata da alcuni sindaci favorevoli alla gestione mista privata/pubblica.

In questi pochi giorni che ci separano dalla Assemblea Generale dei Sindaci della Provincia di Cuneo, chiamata a formulare l'indicazione definitiva alla Conferenza d'Ambito Idrico n.4 sulla forma di gestione totalmente pubblica, si è nuovamente fatta incandescente sui giornali la polemica sollevata da alcuni sindaci favorevoli alla gestione mista privata/pubblica.

Non ci rimane più molto da dire nel merito delle criticità economiche-finanziare ed operative sollevate da questi sulla gestione pubblica inhouse: tutte sono state ampiamente chiarite e confutate, per chi voleva intendere, nella seduta dell'8 marzo scorso.

Ci permettiamo di portare alla attenzione dei sindaci delle aree del Saviglianese, del Roero, delle Unioni Montane Alta Langa e del Monteregale le percentuali con cui i loro concittadini votarono contro ogni forma di gestione privata nel referendum del 12 giugno 2011.

Clicca sulle immagini per ingrandirle

20180328 AO Saviglianese 580x740

 20180328 AO Roero 580x386  

20180328 AM Monteregale 580x490

20180328 UM Altalanga 580x572

 

Invitiamo tutti i cittadini che hanno “camminato con noi” a presenziare alla assemblea Generale dei Sindaci che si terrà mercoledì 28 marzo alle 16,30 a Cuneo, nella sala Einaudi del palazzo della provincia, corso Dante angolo corso Nizza.

Oggi più che mai si scrive Acqua e si legge Democrazia!

Comitato cuneese Acqua Bene Comune

Cuneo, 26 marzo 2018

 

COMITATO CUNEESE ACQUA BENE COMUNE:tel.3893455739

mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Leggi l'articolo su La Stampa del 27 marzo 2018

Scarica questo comunicato stampa [pdf, 1,2 MB]