Stemma Cumiana

Il 23 marzo il Consiglio comunale di Cumiana (Torino), tenendo fede al motto del proprio stemma, ha approvato all’unanimità la delibera di trasformazione di SMAT SPA in Azienda speciale  di diritto pubblico.

Un altro passo verso l’attuazione della volontà popolare espressa nel Referendum del 2011, del quale diamo ben volentieri atto agli amministratori di Cumiana, al loro Sindaco e ad Anna, la consigliera presentatrice  del testo di delibera proposto dal Comitato Acqua Pubblica Torino.

Prossimamente altri Comuni seguiranno.

Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino

via Mantova 34 - 10153 Torino

Scarica la Delibera n. 8 del 23 marzo 2015 

 

Stemma Pinerolo

 Poche ore fa, il Consiglio Comunale di Pinerolo ha approvato a larga maggioranza la deliberazione di trasformazione di SMAT SPA in Azienda speciale consortile di diritto pubblico.

Il testo della deliberazione, proposto dal Comitato provinciale Acqua Pubblica di Torino e fatto proprio dai consiglieri Luca Salvai (Movimento 5 Stelle) e Giorgio Canal (SEL) è stato oggetto di esame e discussione approfondita da parte dei consiglieri comunali in più riunioni.

Con il voto a larga maggioranza di poche ore fa, il Consiglio comunale di Pinerolo ha dimostrato il rispetto dovuto alla volontà popolare espressa nel Referendum del 12-13 giugno 2011, e la ha attuata dando coerente prova di vera democrazia.
Un segnale positivo e incoraggiante che dimostra quali favorevoli risultati può conseguire il confronto serio e trasparente tra movimenti di base e istituzioni.
Ancora una volta : si scrive acqua e si legge democrazia.

Comitato Acqua Pubblica Pinerolo
Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino
30 ottobre 2014

 

Stemma Caprie

Il Comune di Caprie (TO), per dare attuazione alla volontà popolare espressa dai referendum del 12 e 13 giugno 2011 e per sostenere la delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT in azienda speciale consortile di diritto pubblico, ha chiesto, con la Delibera del 1 luglio 2014, che la nuova azienda venga costituita.

Al Sindaco di Caprie Paolo Chirio e ai Consiglieri presenti che hanno approvato all'unanimità la delibera, va il nostro riconoscimento di aver rispettato la volontà popolare e di aver onorato il loro compito istituzionale di amministratori pubblici nell’interesse della collettività.

Stemma Almese

Il Comune di Almese (TO), per dare attuazione alla volontà popolare espressa dai referendum del 12 e 13 giugno 2011 e per sostenere la delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT in azienda speciale consortile di diritto pubblico, ha chiesto, con la Delibera del 28 luglio 2014, che la nuova azienda venga costituita.


Al Sindaco di Almese Ombretta Bertolo e ai Consiglieri presenti che hanno approvato la delibera, va il nostro riconoscimento di aver rispettato la volontà popolare e di aver onorato il loro compito istituzionale di amministratori pubblici nell’interesse della collettività.

Stemma Giaglione

Il Comune di Giaglione (TO), per dare attuazione alla volontà popolare espressa dai referendum del 12 e 13 giugno 2011 e per sostenere la delibera di iniziativa popolare per la trasformazione di SMAT in azienda speciale consortile di diritto pubblico, ha chiesto, con la Delibera del 3 aprile 2014, che la nuova azienda venga costituita.


Al Sindaco di Giaglione Ezio Paini e ai Consiglieri presenti che hanno approvato all'unanimità la delibera, va il nostro riconoscimento di aver rispettato la volontà popolare e di aver onorato il loro compito istituzionale di amministratori pubblici nell’interesse della collettività.

Logo Comitato

Forum italiano dei movimenti per l'acqua

Comitato provinciale Acqua Pubblica Torino

Via Mantova 34 - 10153 Torino

www.acquapubblicatorino.org

Tel. 388 8597492

 

Comune di Torino: tre anni per demolire l’esito referendario

Avevamo cercato il dialogo, offerto tutta la nostra collaborazione per costruire un’Azienda pubblica sana ed efficiente, partecipativa, senza scopo di lucro e rispondere così alla volontà popolare espressa nel Referendum del 12 e 13 giugno 2011.

In questi tre anni, la maggioranza di centro sinistra al Comune di Torino ha respinto ogni possibilità di dialogo e ha frapposto continui ostacoli, sempre più capziosi e pretestuosi, per affossare la delibera di iniziativa popolare che applicava il referendum e metteva SMAT al riparo dalla privatizzazione.