Attuiamo il Referendum:

Trasformiamo SMAT S.p.A in un Azienda di diritto pubblico!

Nuova pubblicazione:

Il ritorno alla gestione pubblica dei servizi di base

Chi ci fa pagare due volte la stessa acqua?

previous arrow
next arrow
Slider

Ultime notizie

Concerto "Piovono le note per l'acqua"

Scarica la Locandina dell'evento [ .pdf, 1,6 MB ]

Scarica la Cartolina: Fronte [ .pdf, 1,4 MB ] e Retro [ .pdf, 640KB ]

Vai all'evento Facebook

Dove si trova il Teatro

 

 

PAOLO GARGANESE, ha studiato chitarra classica per molti anni con il maestro giapponese H. KAKINUMA, allievo e collaboratore di N. Yepez.
Perde la vista nel 1981 dovendo così affrontare enormi difficoltà nello studio di tale strumento anche per l'inesistenza di materiale specifico. Decide di adottare l'uso della chitarra a dieci corde nel 1983 e di iscriversi l'anno successivo al Conservatorio di Novara, studiando con il maestro M. DELL'ARA. Si diploma in chitarra nel 1987 con il maestro Bertone.
Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento con i maestri: O. GHIGLIA, N. YEPES, A. GILARDINO, G. MONDEN e studiato musica antica con il maestro liutista J. LINDBERG.
Consegue il diploma di concertismo presso il Royal College of Music di Londra nel 1990.
Viene premiato nel 1991 dalla CEE, a Dublino, per la sua attività artistica, in rappresentanza dell'Italia nell'ambito delle manifestazioni culturali europee.
Affianca l'attività concertistica, in Italia ed all’estero, con un intenso lavoro didattico, dal 1986 al 1994 ha insegnato alla Scuola Civica di Torino ed in altre scuole comunali come quella di Avigliana.
Dopo avere ottenuto l’abilitazione con il concorso nazionale per titoli ed esami alle cattedre per l’insegnamento al conservatorio è stato, dal 1994 al 2006, docente di ruolo presso il Conservatorio L.Campiani di Mantova è dal 2006 è al conservatorio G.Verdi di Torino con lo stesso incarico.
Si dedica inoltre alla ricerca ed alla revisione di musica originale per chitarra con più di sei corde ed alla trascrizione per chitarra a dieci corde di partiture liutistiche.
Suona nel 1990 al S.Cecilia in Roma e nel 1994 al S.Carlo in Napoli per il Premio L.Braille ripreso dalla tv di stato. Ha partecipato a festival e rassegne chitarristiche come “tastar de corda” ed “euro corde in mantua” ed ha suonato in tour solistici in Spagna, Olanda e Germania.
Nel 1997 incide il cd Strings of life per l’associazione J.and Friends, divulgato Unegli U.S.A.ed in Europa.
Suona come chitarra solista in concerti con l’orchestra dei Musicisti Associati diretta dal maestro L.Mariani.
Si occupa della promozione dello studio della musica da parte dei non vedenti per l’integrazione e l’abbattimento dei pregiudizi rivolti a questa categoria di handicap attraverso concerti e conferenze sulle tematiche specifiche e tramite l’istituzione di corsi per la trascrizione di musica nel codice Braille. Tiene corsi e master class estivi dal 1997 a Castello Arcuato (PC).

MERLINER ENSEMBLE nasce a Torino nel Maggio 2009 da un gruppo di amici uniti dalla passione per la musica e il canto. Il coro si caratterizza per un repertorio che spazia tra il sacro e il profano e che abbraccia un'estensione temporale che inizia con la musica rinascimentale per giungere ai giorni nostri (dai cinquecenteschi Pierre Certon e Filippo Azzaiolo, passando per Mozart, fino a Ennio Morricone).
Il comune denominatore è la ricerca del piacere di cantare, tanto nelle note accorate dei brani più classici quanto in quelle scanzonate delle canzoni di genere più leggero.
Il pensiero giocoso con cui, da una compagnia di amici, è nato il coro è rispecchiato nel suo nome, Merliner, che si prende un po' gioco del secondo cognome del Maestro Ferrero Merlino e fa il verso, con il dovuto rispetto, alle famose formazioni musicali dei Wiener o dei Berliner. Ma Merliner evoca anche il nome del mago Merlino del ciclo arturiano: dunque la magia della musica, ma anche il prodigio di mettere insieme un gruppo di amici e trasformarli in un coro, e in un coro di quelli veri. L'ultimo riferimento è al merlo, un simpatico uccello canoro, al cui aspetto (il nero delle penne e l'arancione del becco) si ispirano i colori dell'ensemble.
Il Merliner Ensemble è attualmente composto da circa 30 elementi e ha iniziato la sua attività concertistica nel 2010 esibendosi in alcuni concerti in Piemonte e all'estero (Briançon, Francia e Naarden, Paesi Bassi).

ANDREA FERRERO MERLINO si è diplomato in composizione sotto la guida del M° Gilberto Bosco al Conservatorio "G. Verdi" di Torino, città dove ha portato a termine gli studi universitari giuridici.
Ha scritto colonne sonore per cortometraggi in concorso a diverse edizioni della rassegna "Cinema Giovani" di Torino, vincendo nel 1994 il terzo premio nella sezione "Spazio Torino".
Autore di musiche di scena, ha partecipato nel 1998 alla rassegna teatrale "Aquilegia blu" presso il teatro Juvarra di Torino, vincendo il primo premio.
Dal settembre 1999 al giugno 2001 ha diretto la Corale Polifonica "Giannetto de Rombiè", partecipando, nel maggio 2000, alla rassegna "Vox organalis" presso la Basilica di Superga.
Nel 2001, con la trascrizione e rielaborazione orchestrale del Contrappunto XI da "Die Kunst der Fuge" di Bach, ha partecipato al progetto "L'arte della fuga", organizzato dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e coordinato dal M.° Luciano Berio, con concerti a Spoleto, Lione, L'Aia e Londra.
Dal 2001 al 2006 ha diretto il Complesso Vocale Musica Laus di Torino.
È altresì Maestro collaboratore del Coro Alpino di S.Vincent (Ao).
Con la colonna sonora del corto "1 + 1" è stato finalista del "Torino Film Festival" 2006.
Dal 2008 ha assunto la direzione del Coro Alpette di Torino e nel 2009 ha fondato il Merliner Ensemble di Torino.